Digital capabilities and social capital

Il disegno della ricerca
L’obiettivo del progetto pilota “Digital capabilities e capitale sociale” all’interno della prima area del programma di ricerca, è analizzare le modalità di influenza del capitale sociale familiare sullo sviluppo delle competenze digitali dei giovani. La ricerca è inquadrabile all’interno di uno schema teorico e procedurale basato sulla ri-concettualizzazione della macro-variabile del “capitale sociale” nell’ambito di una survey research finalizzata a individuare tipi e pattern specifici di famiglie da mettere successivamente in relazione a tipi di “capabilities” digitali sviluppabili dai bambini. La ricerca mira ad approfondire il rapporto tra il capitale sociale familiare e lo sviluppo di competenze nei preadolescenti (12-16 anni).

Ipotesi-guida
1. Il modello educativo e di socializzazione familiare risente del condizionamento tecnologico sia in termini di accesso e disponibilità tecnologica, sia di stile fruitivo mediale e livello di competenza acquisito. Questa contaminazione mediale modifica le relazioni sociali e gli stili educativi genitoriali, contribuendo a un’alterazione dello stesso valore semantico di capitale socioculturale rispetto alle tradizionali elaborazioni teoriche;
2. Tali variabili possono originare profili comportamentali di mediazione culturale al medium che non solo rischiano di essere trasmessi ai figli orientando il loro comportamento digitale, ma potrebbero compromettere anche la loro proiezione identitaria nel contesto sociale circostante.

Obiettivi specifici
- Partendo dalla condivisione di un modello teorico concettuale sulla competenza digitale (Cortoni, Lo Presti, 2015), ricostruire un primo quadro orientativo sulle conoscenze, le pratiche e le attitudini effettivamente possedute dei giovani attraverso la semplice pratica mediale.
- Analizzare l’influenza del capitale sociale famigliare rispetto al consolidamento delle competenze digitali. Le abitudini culturali e mediali informali all’interno del nucleo famigliare, nonchè la percezione sociale della funzione dei media digitali, influenza gli stili di fruizione dei figli e il loro atteggiamento verso la tecnologia, da cui ne consegue la loro predisposizione o meno ad assimilare nella pratica alcune competenze digitali.

Unità di analisi
Preadolescenti dai 12 ai 16 anni di 15 scuole secondarie di primo grado di regioni rappresentative del Nord, del Centro e del Sud-Isole dell’Italia e le loro famiglie.

Schema metodologico di ricerca
- Un primo test di orientamento sul livello delle competenze digitali degli studenti di scuole secondarie di I grado.
- Survey sul capitale socioculturale delle famiglie (attraverso la somministrazione di un questionario semi-strutturato), specificamente indirizzata a indagare le specificità di differenti tipi e “pattern” familiari sulla base di capitale sociale, stile e qualità della vita, tradizioni educative e stili mediali familiari.