On air

European media education project (Project Number 142299-LLP-1-2008-1-IT-COMENIUS- CMP) in Lifelong learning programme: Comenius, Grundtvig, ICT and Languages

Negli ultimi cinque anni l'Unione europea ha più volte richiamato l'attenzione sulla necessità di promuovere l'educazione ai media negli stati membri e di favorire attraverso specifiche azioni a livello nazionale ed europeo lo scambio e la condivisione di buone pratiche. La competenza mediale, intesa come capacità di avvalersi dei media in modo critico, consapevole e creativo, viene infatti rappresentata nelle dichiarazioni e comunicazioni dell'Unione europea come un requisito indispensabile per l'esercizio di una cittadinanza attiva.

Parallelamente, cresce il numero delle indagini nazionali ed internazionali che dimostrano come l'appeal esercitato dai media digitali (TV, Internet, Radio etc.) verso le nuove generazioni stia minacciando lo sviluppo delle capacità di lettura e scrittura: immagini, grafici e suoni stanno progressivamente prendendo campo come strumenti privilegiati di trasmissione dell'informazione e della conoscenza. Accanto a ciò, anche il problema dell'information overload e dell'uso critico dell'informazione accessibile via Internet sta emergendo in tutta la sua portata. Molte indagini internazionali mostrano che la questione della validità dei contenuti non rappresenta un aspetto su cui i giovani internauti si interrogano spontaneamente: gli studenti tendono generalmente a fidarsi della qualità dei contenuti trovati sul web, manifestando spesso atteggiamenti caratterizzati da mancanza di riflessione critica e passività, e lasciandosi guidare dalla casualità senza una valutazione preventiva delle fonti.

Questi elementi di criticità aprono nuove sfide per i sistemi scolastici e, in particolar modo, per gli insegnanti e gli educatori: questi ultimi possono giocare un ruolo fondamentale nel promuovere nei loro studenti capacità di lettura/scrittura e senso critico. Emerge tuttavia la necessità di accompagnare i docenti in questo processo di mediazione culturale all'uso dei nuovi media attraverso interventi formativi specifici e la condivisione di pratiche di Media Education (ME).

Il progetto On Air si inserisce in questo contesto. Esso si propone, da un lato, di fornire una risposta alle sfide emergenti sopra richiamate, favorendo lo scambio di prospettive e coinvolgendo gli istituti scolastici in uno sforzo comune di ricerca e sperimentazione: a questo livello, si tratterà di progettare e sperimentare percorsi e strategie per fare in modo che i nuovi media non costituiscano una minaccia, ma diventino uno strumento di promozione delle capacità di scrittura degli studenti e di sviluppo di approcci critici e consapevoli verso la comprensione della realtà mediata dai mezzi di comunicazione. Dall'altro, il progetto si propone di promuovere negli insegnanti capacità e atteggiamenti utili per cogliere e "sfruttare" le potenzialità dei media elettronici, soprattutto rispetto al fascino che essi esercitano sulle nuove generazioni: attraverso i nuovi media e grazie ai nuovi media, si dovrebbe riuscire a motivare i più giovani a riscoprire ed apprezzare l'importanza delle capacità di scrittura e delle capacità critiche necessarie per diventare utenti consapevoli.

Convegni
- meeting internazionale "Generaction Media. Conclusione e discussione pubblica di On Air. The European project on Media education", 28/29 ottobre 2010 - Roma summit mondiale "Media for Children" in Karlstad, Sweden 14-18 giugno 2010;
- meeting internazionale a Sophia per il progetto europeo On air. European project on Media education - Bucharest, 1-4 marzo 2010;
- conferenza internazionale "The future in education" come relatore e moderatore realizzato a Firenze il 16-17 giugno 2011;
- meeting internazionale a Bucharest per il progetto europeo On air. European project on Media education - Bucharest, 25, 26 giugno 2009;
- International conference "Innovation and creativity in e-learning", Atti del convegno, Kaunas University, 2009;
- iI congresso europeo sull'educazione ai media Euromeduc, svoltosi a Bellaria Igea Marina dal 21 al 24 ottobre 2009